La Milano del lavoro nero

La conferenza congiunta di INL, INAIL e INPS sui dati ispettivi 2023 rilancia il pericolo del lavoro sommerso. Ma anche la cronica mancanza di organici adeguati

La Milano del lavoro nero. La conferenza congiunta di INL, INAIL e INPS sui dati ispettivi 2023 rilancia il pericolo del lavoro sommerso. Ma anche la cronica mancanza di organici adeguati

Benvenuti a Milano, dove il lavoro viaggia sul filo dell’illegalità. L’incontro congiunto con l’Ispettorato del lavoro, Inail e INPS territoriali raccontano uno strano mondo fatto di tante irregolarità che spaziano dalla sicurezza sul lavoro, ai mancati contributi, forme di precariato illegali.

C’è di tutto. Ci sono quasi il 90% di irregolarità tra le imprese controllate sul fronte INAIL, il 50% di addetti irregolari  su 791 aziende milanesi controllate, La cosa importante: nonostante il perenne sottorganico i controlli dell’Ispettorato nel 2023 sono aumentati registrando un calo medio delle irregolarità

Proprio qui sta il punto. L’organico INL, Inail e INPS è perennemente lontano da standard adeguati eppure gli ispettori portano a casa risultati

Organici inadeguati ma anche un paradosso. E’ la stessa metropoli di Milano a presentare un conto che scoraggia i giovani ad accettare incarichi

leave a reply