Terziario e turismo: è ora dello sciopero!

Il 22 dicembre oltre 6 milioni di lavoratori si fermano: aspettano da anni il rinnovo del contratto che permetterebbe di assorbire in parte lo spaventoso peso dell’inflazione. Ma le aziende dei settori che hanno incassato anche profitti record chiedono pesanti interventi su anzianità, permessi retribuiti, orari, flessibilità, pensioni ma tacciono sugli aumenti salariali richiesti ai sindacati. A Milano la manifestazione per il nord Italia

Terziario e turismo: è ora dello sciopero! Il 22 dicembre oltre 6 milioni di lavoratori si fermano: aspettano da anni il rinnovo del contratto che permetterebbe di assorbire in parte lo spaventoso peso dell’inflazione. Ma le aziende dei settori che hanno incassato anche profitti record chiedono pesanti interventi su anzianità, permessi retribuiti, orari, flessibilità, pensioni ma tacciono sugli aumenti salariali

Il 22 dicembre oltre 6 milioni di lavoratori si fermano: aspettano da anni il rinnovo del contratto che permetterebbe di assorbire in parte lo spaventoso peso dell’inflazione. Ma le aziende dei settori che hanno incassato anche profitti record chiedono pesanti interventi su anzianità, permessi retribuiti, orari, flessibilità, pensioni ma tacciono sugli aumenti salariali richiesti ai sindacati. A Milano la manifestazione per il nord Italia

leave a reply